L’UMORISMO E LA SATIRA

Categorie: Uncategorized
Tag: Nessun tag
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: maggio 28, 2011
.

Dell’arte di dare pizzicotti al sedere dell’umanità ottenendo, come risposta, non già una sberla ma un sorriso. 
.
Edizioni De Agostini, dato alla stampe nel 1977, ovvero prima della rivoluzione anarchica del Male, ci racconta di una satira e di un umorismo assai distante da quello che fruiamo oggigiorno o che abbiamo conosciuto nell’immediato passato, e che eppure era il pane quotidiano dei lettori di tutto il mondo dalla fine dell’ottocento fino a quasi tutti gli anni sessanta, con poche eccezioni.
Centoventotto pagine ben documentate per riflettere intorno al concetto di “Humour” e ripercorre la storia dell’arte della risata in Italia e in altri paesi Europei, con particolare attenzione al periodo della prima metà del novecento, quando l’umorismo la faceva da padrone sulla satira, al contrario di oggi, e l’arte della vignetta si esprimeva in pittoriche sciabolate allegoriche senza alcun testo.
.
http://www.anobii.com/ilvignettificio/ 

BOSSIC INSTINCT

Categorie: Giorgio Forattini
Tag: Nessun tag
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: maggio 22, 2011
.

“Senatore [Andreotti], lei c’è dentro fino al collo!” “Quale collo, vostro onore?” 
.
Anello di congiunzione tra la botta creativa che investì Forattini nell’anno 1992 e la successiva decadenza artistica nei restanti anni del decennio, questo volume raccoglie le vignette da settembre 1992 a settembre 1993, a comporre una cronaca giornaliera per immagini e umorismo delle vicende convulse dell’Italia di quel periodo.
Sfogliando le 351 pagine di questa raccolta possiamo tornare ad osservare l’inchiesta Mani Pulite che giorno dopo giorno affonda sempre più in profondità il suo coltello nella carne viva del potere italiano, e l’irrompere sulla scena di nuovi drammi internazionali come la guerra civile nell’ex Jugoslavia e la fallimentare missione internazionale in Somalia.
.
http://www.anobii.com/ilvignettificio/ 

IL MASCALZONE

Categorie: Giorgio Forattini
Tag: Nessun tag
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: maggio 14, 2011
.

“A papà, cos’è il condono?” “Sta’ zitto e rubba!” 
.
La copertina è rossa, le pagine sono 367, l’editore è Mondadori, la collana è Oscar Bestsellers, il numero 603, l’autore è Forattini, il contenuto sono le vignette, il periodo va da Settembre 1991 a Settembre 1992, i protagonisti sono i protagonisti politici dell’Italia di quel periodo, gli inquisiti erano Bettino Craxi e Arnaldo Forlani, il salvatore era Umberto Bossi, il mafioso era Giulio Andreotti, il vampiro succhiasangue era Giuliano Amato, il picconatore era Francesco Cossiga, il fondamentalista cristiano era Oscar Luigi Scalfaro, i nevrotici erano Achille Occhetto, Nilde Iotti e tutta la ciurma post-comunista, il ciccione era Spadolini, il paese è questa povera Italia disgraziata sull’orlo della bancarotta, afflitta dalla stragi mafiose, in cui un’intera classe politica di ladri era stata messa sotto accusa grazie all’inchiesta Mani Pulite, un delirio socio-politico descritto con sagace ironia dal miglior Forattini degli anni novanta.
.
http://www.anobii.com/ilvignettificio/ 

I BUONI

Categorie: Altan
Tag: Nessun tag
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: maggio 8, 2011
.

“E la tassa sui patrimoni?” “Non sarà certo il primo governo socialista, a prendersela con le minoranze.” 
.
Si tratta del capitolo “I Buoni” della trilogia “I Buoni, i Brutti, i Cattivi”, raccolta delle vignette di Altan, a cura di Panorama, nel periodo 1981-1985, qui suddivise per anno, introdotte da Oreste del Buono che cura anche la prefazione.
In un centinaio di pagine assistiamo alla magia di un Altan in gran forma, acidissimo e allo stesso tempo in grado di produrre vignette di una causticità geniale, alla ricerca di un Ph tutt’altro che neutro. Un processo artistico che trae spunto dal commento dei fatti del giorno per approdare con chirurgica profondità al lato oscuro dell’animo umano, alla continua ricerca dell’immanenza della sostanza della natura di ciascuno di noi, perennemente avvolta nel fumo della contingenza delle forme della vita quotidiana.
Infinite le perle che si possono leggere in queste pagine: “Questo mondo diventa sempre più idiota.” “Mi chiedo come hai fatto tu, ad accorgertene.” – “Mi hanno detto i miei compagni che se viene la pace prendono tutti voi militari e vi mettono al muro, babbo.” – “C’è un calo generale del desiderio sessuale” “Non sapevo che fossi un trascinatore di folle, Walter” e molte altre.
Un piccolo libretto per una grande lettura!
.
http://www.anobii.com/ilvignettificio/ 

PIZZA ROSSA

Categorie: Giorgio Forattini
Tag: Nessun tag
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: maggio 7, 2011
.

“Non potete chiederci di combattere al vostro fianco!” “Infatti: non siamo mica scemi” 
.
Edizioni Mondadori per la raccolta delle vignette di Forattini dell’anno di grazia 1991, l’ultimo anno dell’Italia pre tangentopoli. Un Forattini fossilizzato nelle sue rappresentazioni simboliche: l’Andreotti gobbo, il Craxi mussoliniano, l’Occhetto Charlie Brown, la Sicilia mafiosa associata ad un coccodrillo con la coppola, ogni fatto nell’ex blocco comunista accompagnato dai baffoni di Stalin, un po’ come Jacovitti con i salami. Puro mestiere di tradurre nel proprio linguaggio grafico il fatto di quel giorno, senza alcun di più artistico o trovata particolare, salvo rarissime eccezioni ancora piacevoli. Eppure fa specie scorrere tra le pagine di questo volume le frecciate alla mafiosità di Andreotti, alla corruzione socialista, all’inutilità politica nel nascente PDS, segno di quanto fossero già nell’immaginario comune i temi scottanti che caratterizzeranno gli anni novanta, nonostante il potere ufficiale continuasse a rappresentarsi in tutt’altro modo, recitando una commedia stantia e irreale, di settimana in settimana sempre più figlia di una disperata consapevolezza del proprio futuro tracollo.
.
http://www.anobii.com/ilvignettificio/ 

pagina 1 di 1

Commenti recenti

    Benvenuto , oggi è martedì, luglio 25, 2017